La COMCO trova un accordo con Stöckli Swiss Sports SA

Berna, 05.09.2019 - La Commissione della concorrenza (COMCO) ha concluso l’inchiesta contro Stöckli Swiss Sports SA con un accordo di conciliazione. Stöckli aveva concordato con i propri distributori di non vendere gli sci Stöckli al di sotto dei prezzi raccomandati. Per questi accordi illeciti sui prezzi Stöckli pagherà una multa di circa CHF 140'000 franchi.

Tra la fine del 2003 e la fine del 2018 esistevano tra Stöckli ed i suoi distributori di sci degli accordi verticali illeciti sui prezzi riguardanti gli sci Stöckli. L’impresa aveva obbligato i distributori a non vendere al di sotto dei prezzi svizzeri di vendita Stöckli. Questo tipo di accordi pregiudicano la concorrenza e violano la legge sui cartelli.

Dopo l’apertura dell’inchiesta, Stöckli ha cooperato con le autorità della concorrenza e ha concluso un accordo di conciliazione. L’impresa s’impegna a non imporre prezzi di vendita fissi o minimi ai distributori. Questi ultimi sono quindi liberi di fissare i propri prezzi di vendita. Tramite l’accordo di conciliazione sono state risolte anche le questioni relative alla modalità del commercio online, le forniture incrociate tra distributori Stöckli e l’importazione diretta e parallela di prodotti Stöckli. L’attitudine cooperativa totale di Stöckli ha avuto come conseguenza una riduzione significativa della sanzione.

La decisione della COMCO può essere impugnata davanti al Tribunale amministrativo federale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Andreas Heinemann
Presidente
078 842 96 01
andreas.heinemann@comco.admin.ch

Patrik Ducrey
Direttore
058 464 96 78
079 345 01 44
patrik.ducrey@comco.admin.ch

Andrea Graber Cardinaux
Vice-direttrice
058 465 57 34
andrea.graber@comco.admin.ch



Pubblicato da

Commissione della concorrenza
http://www.weko.admin.ch/

https://www.weko.admin.ch/content/weko/it/home/attualita/informazioni-per-i-media/nsb-news.msg-id-76297.html