La COMCO autorizza il graduale abbandono delle forniture die movimenti meccanici per orologi.

Berna, 25.10.2013 - Il 21 ottobre 2013 la Commissione della concorrenza (COMCO) ha chiuso l’inchiesta aperta il 6 giugno 2011 relativa alla realizzazione della nuova politica di fornitura del Gruppo Swatch. Dopo aver respinto l’8 luglio 2013 il primo accordo di conciliazione tra la sua Segreteria ed il Gruppo Swatch, la COMCO ha approvato la conclusione del nuovo accordo. Quest’ultimo permette al Gruppo Swatch di ridurre gradualmente la fornitura dei movimenti meccanici per orologi. La ETA SA Manufacture Horlogère Suisse (ETA), società affiliata al Gruppo Swatch, dovrà trattare tutti i suoi clienti in modo uguale. Tuttavia, l’accordo prevede una clausola in favore delle piccole medie imprese (PMI), al fine di evitare che quest’ultime non subiscano uno svantaggio ingiustificato. L’obbligo di fornitura degli assortimenti (ossia i componenti regolativi dei meccanismi di orologi) da parte del Gruppo Swatch resta in vigore.

Con decisione dell’8 luglio 2013, la COMCO ha respinto il primo progetto di accordo stipulato tra la Segreteria e il Gruppo Swatch, riservando tuttavia alla possibilità di iniziare e condurre nuove trattative. Nell’agosto 2013, un nuovo accordo di conciliazione volto a concretizzare i punti fondamentali predefiniti è stato sottoposto alla COMCO.

Tale accordo permette al Gruppo Swatch di ridurre gradualmente le sue forniture. L’obbligo di fornitura per i movimenti meccanici durerà fino al 31 dicembre 2019. In base alla media degli anni 2009-2011, il Gruppo Swatch, rispettivamente l’ETA, dovrà fornire per gli anni 2014/2015 il 75%, per il 2016/2017 il 65% e per il 2018/2019 il 55% delle quantità vendute. Il Gruppo Swatch, rispettivamente l’ETA, si impegna inoltre a trattare tutti i clienti in modo uguale. L’accordo prevede una clausola in favore delle piccole medie imprese (PMI), al fine di evitare che quest’ultime non subiscano uno svantaggio ingiustificato a causa dell’applicazione di tale norma. Qualora le situazioni di mercato dovessero cambiare notevolmente rispetto a quanto previsto, la COMCO si riserva di rivalutare l’obbligo di fornitura stipulato.

Come già comunicato dalla COMCO il 12 luglio 2013, non è da escludere una riduzione delle forniture per gli assortimenti; tuttavia, questa misura risulterebbe ancora prematura. Infatti, essa è determinata dalle condizioni attuali e dallo sviluppo incerto del mercato in questo ambito. La COMCO monitorerà con attenzione tale sviluppo (in particolare, i test di fasi presso diversi fabbricanti ed i litigi presso il Tribunale federale dei brevetti). Anche in questo ambito, il Gruppo Swatch avrà la possibilità di aprire in futuro delle trattative con la segreteria in merito alle riduzioni delle forniture.

Una conferenza stampa avrà luogo venerdì 25 ottobre 2013 alle ore 9:30 presso il Medienzentrum del Palazzo Federale. Durante o dopo la conferenza stampa sarà possibile chiedere ulteriori informazioni alle seguenti persone:

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Prof. Dott. Vincent Martenet
Presidente
031 324 96 72
079 506 73 87
vincent.martenet@comco.admin.ch

Dott. Rafael Corazza
Direttore
031 322 20 41
079 652 49 57
rafael.corazza@comco.admin.ch

Prof. Dott. Patrik Ducrey
Sostituto del Direttore
031 324 96 78
079 345 01 44
patrik.ducrey@comco.admin.ch



Pubblicato da

Commissione della concorrenza
http://www.weko.admin.ch/

https://www.weko.admin.ch/content/weko/it/home/attualita/informazioni-per-i-media/nsb-news.msg-id-50702.html